Il ricordo di Berta Cavicchi

Il 17 settembre in parrocchia

Se n’è andata in maniera inaspettata e discreta il 6 novembre di due anni fa Berta Cavicchi, dopo avere speso la sua esistenza ad alleviare le sofferenze del prossimo, come infermiera all’ospedale di Santa Maria Nuova di Firenze, come missionaria a Manaus in Brasile, e come volontaria della Caritas dei comuni medicei, instancabile e sollecita nel soddisfare le necessità di chi aveva bisogno. Ed è alla memoria di questa donna energica e battagliera, al suo spirito di carità, e in definitiva all’immenso amore cristiano da cui era incessantemente animata che intende rendere omaggio l’iniziativa organizzata dal Gruppo d’Incontri Il Campano di Carmignano, che venerdì 17 settembre alle ore 21 presenterà il libro “Berta Cavicchi, la guerriera dell’amore”, nel chiostro della propositura dei Santi Michele e Francesco di Carmignano.

Il libro, nato da un’idea della famiglia Cavicchi e curato dalla saggista di storia locale Daniela Nucci, grazie ad una serie di documenti e di testimonianze perlopiù inediti ricostruisce il profilo biografico di Berta, e dà conto del segno indelebile che essa ha lasciato in quanti l’hanno conosciuta nell’arco dei suoi ottantaquattro anni di vita, dedicati in parte anche alla coltivazione della terra, cui la legava un affetto profondo (per questo amava definirsi “una vecchia contadina”, ed è con questo pseudonimo che in passato aveva firmato alcuni suoi scritti apparsi sul sito della Pro Loco), e alla salvaguardia delle tradizioni del territorio, che teneva in maniera particolare a perpetuare e valorizzare anche e soprattutto a vantaggio delle giovani generazioni (questa era una delle ragioni che l’aveva spinta a creare insieme ad alcuni compaesani il Gruppo d’Incontri Il Campano, di cui era stata uno dei sei soci fondatori).

Durante la serata, che sarà presieduta da Fabrizio Buricchi e verrà aperta dai saluti di don Elia Matija, parroco di Carmignano, interverranno Nadia Vettori, missionaria laica della Diocesi di Pistoia, Roberta Cini, psicologa e psicoterapeuta, Anna Lisa Cavicchi, nipote di Berta, e Daniela Nucci, curatrice della pubblicazione. Caterina Cavicchi leggerà inoltre alcuni brani di prosa e di poesia scritti dalla zia, mentre Francesca Cavicchi eseguirà alcune composizioni musicali con il violino. L’evento è realizzato grazie alla collaborazione della propositura dei Santi Michele e Francesco di Carmignano e si avvale del patrocinio del Comune di Carmignano. L’ingresso è gratuito, ma si ricorda che i posti a disposizione del pubblico sono contingentati, e che per poter accedere all’area deputata ad ospitare l’iniziativa è necessario esibire il green pass sanitario e rispettare la normativa anti Covid in vigore dalla primavera 2020. In caso di condizioni meteorologiche avverse l’evento si terrà al coperto all’interno della chiesa.

I ricavati della vendita del libro, che sarà distribuito a chi ne farà richiesta in occasione della presentazione, verranno interamente devoluti a favore di un progetto benefico. (Barbara Prosperi)

Posted on

Questo articolo è stato pubblicato in storie e racconti e con I tag . permalink.
Translate »